. Realizzazioni

. Motore di ricerca

Termine
Committente
Anno
Località
Tipologia


. COMPLESSO UNIVERSITARIO DI BIOMEDICINA E BIOLOGIA -

In città tutti lo chiamano IL FIORE: è il nuovo complesso universitario di biomedicina e biologia progettato dall’architetto svizzero Mario Botta, che sta sorgendo a ridosso del Parco Urbano di via Venezia e che andrà ad arricchire, non solo il valore architettonico della zona, ma anche la già ampia offerta formativa
dell’antica Università di Padova. E’ chiamato IL FIORE perché, osservando la pianta del progetto, si nota come cinque parallelepipedi di notevole dimensione, intervallati ad altri di minor imponenza, vanno a disporsi a raggiera nello spazio aperto che costituisce la hall d’ingresso, a formare appunto il disegno di un fiore.
Il nuovo fabbricato insiste su un lotto di circa 13.000 metri quadrati, ha una superficie di circa 8.000 metri quadrati calpestabili che si sviluppano con un piano interrato, adibito a parcheggio e cinque piani fuori terra.
Esternamente sono due le caratteristiche che  contraddistinguono il nuovo complesso edilizio: i cinque petali, in cui troveranno posto le future aule didattiche e i laboratori, che ruotano attorno alla grande piazza centrale coperta, e l’imponente rivestimento in mattoni faccia a vista rossi che formano la facciata ventilata.
All’interno dell’edificio la piazza coperta, che viene illuminata da un enorme lucernario posto in copertura, rappresenta il fulcro di tutto l’edificio: su di essa si affacciano tutte le aule ed i laboratori. Questi ultimi sono dotati di impianti tecnologici, attrezzature scientifiche e arredamento altamente specialistico.

 

 

 

 

Dati progetto

Committente: Università di Padova
Anno: 2009 - 2013
Località: via del Pescarotto (PD)
Attività:

Allegati

Nessun file allegato.